Intervista esclusiva a Tinto Brass

0001-Tinto-Brass-provino1 Sabato 11 Maggio al Sexy Disco Excelsior di San Donnino (Firenze) il Maestro dell’Eros Tinto Brass ha ricevuto il Premio Excelsior come miglior regista erotico. Noi c’eravamo e questo è il nostro racconto della serata, impreziosito da un’intervista esclusiva…

Al Sexy Disco Excelsior, uno dei migliori “strip club” d’Italia, si sono tenuti due giorni di riprese del prossimo film-documentario IsTinto Brass. Il film ripercorre, omaggiandola, la carriera del cineasta veneziano, che è di conseguenza il protagonista principale. La regia del progetto (prodotto da Think’o Film e Federico Lami) è affidata a Massimiliano Zanin, sceneggiatore e assistente del Tinto nazionale ormai da diversi anni.

Quando io e il mio bravissimo fotografo Loris Gonfiotti arriviamo sul set, le riprese sono in pieno svolgimento e alcune delle meravigliose ragazze presenti sei giorni a settimana all’Excelsior si alternano davanti alla macchina da presa, in scene tese ad esaltare una ben precisa parte del loro corpo. Parte che, nel rispetto della battaglia contro l’ipocrisia di cui Tinto è fautore, chiamerò senza giri di parole… culo. 0002-Asia-Excelsior
È evidente come Zanin sia cresciuto alla scuola di Brass, sul set si respira un clima goliardico ma professionale e lui tratta senza divismi tutte le attrici, probabilmente alla loro prima esperienza cinematografica. Insomma, si vede che ha proprio “la mano del suo maestro”… e questo ancora prima che gli faccia da controfigura per alcune scene in cui c’è da palpare generosamente le ragazze.

Tinto Brass in persona arriva, accompagnato dalla sua musa ispiratrice Caterina Varzi, pochi minuti dopo di noi. Si gira qualche scena tipicamente “brassiana”, con ragazze completamente nude che danno le spalle alla cinepresa e lui lì, seduto accanto, a fumare un immancabile sigaro. Persino il proprietario del locale, ci confessa di non averne mai viste così tante tutte nude tutte assieme!
Terminata la scena del Maestro, è il momento di qualche foto per i giornali e dell’intervista per La Nazione; dopo il quotidiano più diffuso a Firenze, siamo noi ad ottenere un’intervista esclusiva. Sì, me la sto tirando un po’… Problemi? Di seguito riporto il nostro colloquio, con alcune domande suggerite direttamente da voi lettori.

0003-Tinto-Brass In Italia si accentua sempre più la dicotomia tra il bianco del finto perbenismo e il rosso del porno su internet. Sparisce la “zona rosa”, cioè gli ammiccamenti, la malizia, l’eros, mentre femministe e credenti chiedono alle donne di non valorizzare il proprio corpo. Niente più riviste glamour, niente film vietati ai minori di 14 anni, per non parlare di programmi come “Il cappello sulle ventitrè”. Secondo Lei, come sta l’eros in Italia?
L’Eros in Italia è sparito. Ed è un peccato, perché l’Eros non è pornografia, è femminilità. L’Eros è la vita, ma nell’Italia di oggi non trova spazio. Io sto provando da tempo a girare un nuovo film erotico, ma non me lo lasciano fare…

E quelli fatti non escono; è il caso di “Hotel Courbet”, presentato al Festival di Venezia nel 2009 e ancora inedito al grande pubblico. Quando lo vedremo?
Posso anticiparti che la distribuzione del cortometraggio “Hotel Courbet” è già in programma. Farà parte di un progetto che comprenderà anche tanto vecchio materiale inedito, come outtakes, backstage, immagini di scena… Tutta roba girata e mai vista. Ti faccio un piccolo regalo svelandoti quello che è il titolo (solo provvisorio) del progetto: “Schegge“.
Delle trattative per la distribuzione si sta occupando Caterina Varzi, che ha anche scritto la mia biografia, intitolata “Ma io vedo più in là“. L’uscita del libro, edito da Tea, è prossima.

0004-Tinto-Brass_Caterina-Varzi
Quindi i fan che aspettano un po’ di materiale d’archivio dovranno guardare più a “Schegge” che a “IsTinto Brass”
IsTinto Brass è una cosa diversa, un racconto della mia vita sul set, ma fatto con le tante scene inedite che stiamo girando in queste settimane più una moviola di mie vecchie immagini alla macchina da presa.

Diverse protagoniste di reality show si sono pubblicamente proposte per Suoi film, mi vengono in mente Annachiara Simonetti, Rosy Dilettuso, Guendalina Tavassi. Ma che succede, non le piacciono i reality, preferisce attrici vere, nessuna era il suo tipo o semplicemente non c’è stata occasione?
Il discorso è più complesso… Alcune si candidano parlando con i giornalisti, ma poi non si fanno vive; altre invece mi contattano davvero… e ti assicuro che tutte quelle che lo hanno fatto sono state provinate.
Un altro fenomeno curioso sono tutte quelle vip che rilasciano delle interviste per dire “mi ha cercata Tinto Brass, ma ho rifiutato!”. Sappi che in moltissimi casi non è vero niente, è solo pubblicità; la prima che mi viene in mente è Belen Rodriguez, non l’ho mai cercata.

Tra le sue attrici, la sua preferita per l’aspetto fisico?
Caterina Varzi.

E come persona?
Sempre Caterina.
0005-Tinto-Brass-Excelsior
L’intervista si chiude con Caterina che ridendo sottolinea come le ultime due risposte siano poco obiettive, considerato che lei è seduta accanto a noi…

All’Excelsior la serata prosegue come d’abitudine, aprendo le porte prima a chi ha prenotato una cena (si festeggiano addii al celibato e non solo) e poi ai semplici clienti. Le ragazze iniziano a spogliarsi (sì, si erano rivestite) e ad esibirsi ai pali, fino ad arrivare al momento clou della nottata.

Tinto Brass riceve, tra gli applausi del pubblico, il Premio Excelsior come miglior regista erotico, a poche settimane di distanza dalla consegna della stessa scultura a Rocco Siffredi.
Inoltre, vista la particolare passione del regista, il locale coglie l’occasione per assegnare il titolo di “Miss Culo Excelsior” ad una delle sexystar. È lo stesso Brass a scegliere la vincitrice tra le tre finaliste, Asia, Ariel e Michelle: la reginetta è Asia! Ci sembrava dunque opportuno scambiare qualche battuta anche con lei, per capire se davvero, come recita il più celebre aforisma di Tinto Brass, “il culo è lo specchio dell’anima”.

Ciao, raccontaci qualcosa di te!
Ciao, mi chiamo Asia, per gli amici Elena, e sono rumena. Faccio questo lavoro da quattro anni, mi piace ballare ed esibirmi.

0006-Asia-Miss-Culo Un commento al tuo successo?
Sono molto felice! Qui all’Excelsior ci sono tante belle donne e tutte hanno un bel posteriore, non mi aspettavo di vincere. Mi fa particolarmente piacere che sia stato Brass a scegliermi, una persona che sicuramente se ne intende di belle donne.

Vincendo questo titolo ti sei anche assicurata un ruolo più in vista nella pellicola che si sta girando. Qual è il tuo film preferito di Tinto Brass e chi la tua attrice preferita tra quelle dei suoi film?
Ehm… Posso essere sincera? Non ho mai visto interamente un suo film! (ride) Dai, diciamo che mi faceva piacere iniziare da quello in cui ci sarò anch’io…

Dopo questa esperienza, ti piacerebbe girare una commedia?
Sì, molto.

E un altro film erotico?
Forse sì, dipende dal film…

E un film porno?
No, questo lo escludo.0007-Provini-Excelsior

 

Salutiamo Asia e saluto anche voi lettori, che spero non vi siate limitati a “guardare le figure”. La notte all’Excelsior ha visto anche lo spettacolo di Valeria Visconti, ma noi siamo andati via poco dopo il suo arrivo.
Concludo ringraziando Lapo dell’ufficio stampa per la grande cortesia e Loris Gonfiotti, autore come sempre di splendide foto.
Alla prossima!

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *